Come gestire il futuro delle nostre imprese e avere aumento di fatturato nel mondo post-pandemico

Gli anni che stiamo vivendo hanno inciso profondamente sul modo di vivere e sul modo di fare business. Tutto quello che sapevamo, tutto ciò che abbiamo imparato nella gestione della quotidianità e del tempo, non ha più un senso in sé per sé, ma ha solo senso rispetto alla nuova realtà imposta dalla Pandemia e dal periodo post-pandemico; che ancora non ci siamo lasciati alle spalle. Con cui, probabilmente, dovremmo fare i conti per un lungo periodo.

Di tutto ciò che sapevamo, però, nel nostro modo di gestire il budget dell’impresa e di fare business acquisition (acquisizione di nuovi e più esigenti clienti) una cosa si è rivelata vera e duratura nel tempo, e che non solo è rimasta ma si è rafforzata fortemente durante e dopo la Pandemia; che le strategie di Digital Marketing funzionano, e che sono la principale strada da percorre davanti a noi. Implementate in modo appropriato, oculate e con un calcolo di ROI (Ritorno sull’Investimento) possono moltiplicare i guadagni di un’impresa, acquisire nuovi clienti e nuovi mercati, ed avere un fortissimo impatto nel raggiungimento dei nostri obiettivi di fatturato.

Tutte le aziende che durante la pandemia hanno investito maggiormente nelle strategie digitali, o cambiato rotta e dalle strategie tradizionali sono passate a quelle digitali, non solo hanno aumentato il loro fatturato di elevate percentuali, ma hanno reinventato il loro business, passando da una criticità ad una opportunità incrementando i consumatori e conquistando nuove fette di mercato. In questo caso, l’intuizione, il coraggio e l’intraprendenza hanno premiato l’azienda con ritorni sull’investimento molto alti.

La strada digitale (fatta per bene) che già funzionava prima della pandemia, adesso è diventata una strada obbligata per qualsiasi azienda che vuole continuare non solo a crescere ma ad esistere nel prossimo futuro, e avere, quindi, un futuro nel futuro.

Non importa avere un buon prodotto, se non si ha una idea chiara su come proporlo e come venderlo; è come se non lo si possiede. Questo, insieme all’economia di scala ed altri fattori (in base al settore in cui si opera) è uno dei fattori essenziali del Marketing, e nel Marketing, funziona meglio la capillarità di inserimento nel market share e quindi far utilizzare il tuo prodotto o servizio, che il prodotto stesso. Utilizzando una strategia adatta, e soprattutto una strategia digitale adeguata, basata sull’analisi dei dati, quindi con alla base una scientificità che pone le basi di un corretto percorso, si può considerevolmente migliorare il turnover dell’azienda.

 

Ci sono tre elementi fondamentali, che definiscono un approccio adeguato alle sfide del nostro tempo.

Rispondere.
Consiste nell’adeguarsi al cambiamento che è avvenuto nel mondo, in cui le aziende, per rispondere alle esigenze della nuova realtà, hanno incominciato a domandarsi come affrontare l’oggi e il domani con nuovi presupposti, che provengono dalle sfide digitali (sia privati che pubbliche amministrazioni)
All’interno di questa considerazione, troviamo, individuare bene gli Insights, ovvero cosa è successo e come quali sono le informazioni in nostro possesso utili per la nostra azienda e il nostro business e profitto futuro.
Comprendere queste informazioni nella maniera corretta, ovvero quale è l’utilità che ne possiamo ricavare e mettere in pratica e intraprendere un’azione rivolta a dare concretezza a questi insights, ovvero informazioni qualitative (letture consigliate https://www.thinkwithgoogle.com/_qs/documents/9607/CA_CovidAdsGuide_May28_XElOyfJ.pdf).

Ricostruire.
Alla base della ricostruzione o riqualificazione o refinement del nostro business, c’è la comprensione delle nuove sfide, ovvero come possiamo raggiungere meglio il nostro target di utenti? Come possiamo vendere meglio il nostro prodotto o servizio? Come possiamo aumentare la nostra fetta di mercato?
In base a questo, stabilire delle priorità per i nostri obiettivi di revenue del quadrimestre o dell’interno anno, e adattarsi alle sfide che il mondo di oggi ci pone davanti, ovvero come possiamo adeguarci nel migliore dei modi e sistematicamente alla realtà digitale?

Investire.
Come investimento qui si intende individuare le strade adatte alla strategia digitale, come possiamo sfruttare le strategie digitali a nostro vantaggio per aumentare il nostro turnover?
Cosa diventa primario oggi per la nostra audience? Ci sono nuove audience alle quali non abbiamo pensato che possono essere raggiunte con le strategie digitali in ogni parte del mondo?
Da questo, implementare una strategia digitale adatta a far incrementare il nostro business in maniera sistematica, crescente e misurabile.

Quando una strategia digitale è una buona strategia digitale

Ci sono determinati elementi che definiscono una buona strategia digitale. Una strategia digitale deve essere:

  1. Basata sulla comprensione reale del business (quali sono i goals, gli objectives, il target di utenti, quali sono gli obiettivi generali del business)
  2. Basata sull’analisi dei dati (se presenti, uno studio accurato di ogni tipo di statistiche disponibili. Non c’è bisogno di “big data” i big data sono spesso inutili e c’è inoltre da fare un lavoro monumentale di data mining)
  3. Avere un chiaro e verosimile ROI (Ritorno sull’investimento) ovvero calcolare quanto una determinata strategia può portare in termini di revenue. Questa deve essere appunto verosimile, ovvero realistica, per questo si deve basare su un procedimento scientifico. Ovvero quali dati abbiamo, cosa significano questi dati, come possiamo incrementare il business con la nostra strategia, come possiamo metterlo in pratica.
  4. Avere obiettivi realistici. Ovvero deve poter raggiungere gli obiettivi in un tempo ragionevole
  5. Avere obiettivi misurabili. Essere soggetta al tracciamento, ovvero misurare in determinati intervalli temporali come sta procedendo e se sta procedendo verso gli obiettivi stabiliti
  6. Eseguibile. Deve quindi essere una strategia che può essere implementata dall’azienda dopo aver parlato con i diversi stakeholders.
  7. Deve poter portare benefici ad altri canali. Deve essere integrabile con altri canali digital, ovvero portare delle informazioni utili allo sviluppo e alla crescita degli altri canali digital.

La riuscita di una buona strategia digitale dipende al’80% da chi la esegue, ovvero dal team di professionisti o dal professionista che in base alla sua esperienza sa giudicare quale strategia digitale è adatta ad una determinata azienda, in un determinato momento, perché e quale budget stabilire per far crescere il loro business in maniera costante e senza impennate.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.