Https, l’importanza del certificato SSL per il tuo sito

Il valore delle vendite on-line ha superato i 19 miliardi di euro (dati Osservatorio Netcomm-Politecnico di Milano) nel 2016. La necessità di rendere quanto più affidabile un sito internet per chi lo naviga è dunque fondamentale. Per dare maggiori garanzie è possibile trasformare il protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol) in HTTPS, tramite un certificato SSL. Una trasformazione che Google consiglia fortemente, da gennaio penalizza infatti i siti internet che non lo hanno fatto.

L’Https permette la creazione di un canale criptato attraverso il quale transitano i dati, al riparo da interferenze di terzi. I certificati digitali SSL (Secure Sockets Layer) consentono di criptare il flusso nel passaggio dal pc o smartphone, che non possano essere “visti” da altri soggetti. Un certificato SSL di tipo EV (Extended Validation) consente un ulteriore passo in avanti in tema di sicurezza, garantendo il più alto livello di autenticazione possibile. Quando è attivata la tecnologia SSL l’url del sito inizia per https e compare il simbolo di un lucchetto. Questi sono indicatori di sicurezza di un sito internet.

I certificati SSL sono “essenziali” per chi fa e-commerce, ma anche per altri siti.

Quando si usa la carta di credito per fare acquisti online il protocollo SSL protegge i dati sulle reti “insicure”, in particolare se usiamo un collegamento con Wi-Fi pubblici. L’Https aumenta la sicurezza sul web e rende più difficile gli attacchi hacker.

I vantaggi del certificato SSL

1. MAGGIORE VISIBILITÀ

Google ha introdotto maggiori penalizzazioni ai siti internet privi del certificato SSL. Questo ha permesso da gennaio 2017 un miglioramento delle posizioni di quanti lo usano. Generando ovviamente maggiore traffico in entrata.

2. SICUREZZA DEI DATI

I dati scambiati dal sito sono affidabili, anche contro il fenomeno di phishing. Nello stesso tempo è garantita l’integrità durante il trasferimento, e se intercettati attraverso l’utilizzo di reti wifi non sono decifrabili.

3. COSTI DI AGGIORNAMENTO

I certificati SSL non richiedono un IP dedicato, questo permette l’”upgrade” a costi contenuti.
Se non lo avete ancora fatto rivolgetevi alla vostra web agency di fiducia per l’aggiornamento al protocollo SSL.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.